VOYAGE

Introduzione alle immagini

di Sabrina Ingrassia

Se parte ‘o viaggio pe na terra nova si vuò venire toccame la mano lassa ‘a tristezza e chestafaccia scura pecchè stu viaggio porta alla furtuna  
Teresa de Sio

Se usiamo il francese, voyage fa coppia con carnet, il quaderno di viaggio in cui Sandro Bini usa le immagini come pagine in cui si leggono pensieri, emozioni, vissuti.
Rappresenta il viaggio contemporaneo la visione di Eugenio Novajra, che tesse una rete di opposizione e similitudine dal sapore storico e turistico. Altro approccio quello di Aurelio Bormioli, che esplora uno dei territori più antichi del nostro pianeta in un viaggio duro e prettamente avventuroso, lasciando gli agi ai posteri.
In Voyage ci sono anche percorsi del tempo, dei ricordi e della memoria, ben descritti dal servizio di Antonella Di Girolamo e da quello più intimo di Nicoletta Barbata, dove sia passato che presente riportano un futuro al ritorno alle radici, alle origini. Il movimento prende forma con le immagini indistinte in cui Marco Castelli descrive il mondo dei viaggiatori. Infine, nel racconto di Niccolò Vonci, emerge la dura realtà di trovarsi davanti a regole concetti e pregiudizi, contrapposti alle campagne contro l’abbandono degli animali domestici.

Elenco servizi

Editoriale