“VIAGGIARE SICURI” PROGETTO “IN FIERI” DI GREGORIO SAMSA

Introduzione alla mostra Viaggiare sicuri” di “Gregorio Samsa”
Dal 10 luglio 2014 presso lo studio “Vega-punk” 
Dall’ 11 al 18 luglio 2014 nei negozi di via Lazzaro Palazzi – Milano.
Recensione e fotografie a cura di Davide Tatti

Durante l’apertura della mostra Viaggiare sicuri, il 10 luglio a Milano, presso lo studio Vega-punk di Simona Da Pozzo, incontriamo i due autori che usano lo pseudonimo “Gregorio Samsa” e preferiscono non diffondere una propria immagine: sono di formazione autodidatta e abitano a Roma, nel 2012 sono stati finalisti al Premio Terna 04. Il progetto artistico Viaggiare sicuri è un tentativo riuscito di socializzazione della pratica fotografica. Gli autori hanno realizzato un loro autoritratto con maschera, collocato in una cornice antica. L’opera viene inviata in prestito a chi ne fa richiesta, attraverso il sito del progetto. I nuovi proprietari temporanei sono inviatati a collocarla nelle proprie abitazioni o luoghi frequentati abitualmente, poi fotografano l’opera nell’ambiente che la ospita, in modo da testimoniare la nuova dimora, infine restituiscono l’opera originale con una nuova fotografia che la riproduce. Dopo due anni di viaggi in Italia, Francia, Germania, Inghilterra, Russia, gli autori hanno raccolto il materiale fotografico prodotto dai partecipanti e lo propongono in un’ installazione che comprende: il loro autoritratto, la scatola di legno usata per trasportarlo, le fotografie scattare dai partecipanti stampate su cartoline, in tiratura di 200 copie per ciascuna immagine, inserite su due espositori in ferro battuto. Il progetto resta aperto a nuove proposte di ospitalità; attualmente gli autori sono in trattativa per una richiesta dalla Cina. Abbiamo chiesto a Gregorio Samsa se ha valutato i curricula dei partecipanti, per verificare esperienze nell’ambito dell’arte contemporanea, fotografia, design: «..non abbiamo voluto chiedere delle competenze ai partecipanti, non è nelle nostre intenzioni, ma per casualità una delle fotografie dei partecipanti, firmata “famiglia Lanci”, proviene da Giuseppe Lanci, direttore della fotografia per registi come Marco Bellocchio, Nanni Moretti, fratelli Taviani e anche Andrej Tarkovskij». La foto di Giuseppe Lanci non ha certo un tono cinematografico enfatico, ma quotidiano e familiare. La mostra Viaggiare sicuri viene ospitata solo il 10 luglio presso lo spazio Vega-punk, nei giorni successivi dall’11 al 18 luglio, gli espositori con le cartoline saranno collocati presso le attività commerciali nella stessa strada milanese dove si trova Vega-punk: via Lazzaro Palazzi, che insieme ad alcune vie adiacenti costituisce un piccolo quartiere ad altissima concentrazione di immigrati dall’Africa, la maggior parte abitanti “temporanei”, in altri stabili tanto da aver aperto attività commerciali proprie, in particolare piccoli ristoranti. Abbiamo seguito anche lo spostamento dell’installazione in questi locali, per sottolineare alcuni caratteri del progetto: la volontà di mettersi in dialogo con la comunità urbana circostante, la differente percezione di un’opera in uno spazio espositivo neutro, che sottolinea le qualità proprie di un’installazione, piuttosto che in un locale pubblico e commerciale, che può assorbire l’intervento artistico rendendolo molto meno riconoscibile.

Riferimenti in rete
http://gregoriosamsa.com/wp/
http://exhibition.gregoriosamsa.com/
http://vega-punk.blogspot.it

DavideTatti
Nato in Sardegna nel 1969, dal 1999 vivo a Milano dove mi sono occupato di grafica editoriale. Nel 2007 una svolta verso la fotografia di documentazione, in particolare: paesaggio urbano, architettura e arte contemporanea.

Versione PDF dell'ultimo numero sfogliabile e scaricabile