TABU’. SOLILOQUIO DI UNA SOLIPSISTA

PH Valeria Pierini

Analizzando alcune esperienze di doppio (dunque di tabù, di malato, di scorretto), prese in prestito dalla letteratura, la filosofia e la psicologia, ho tentato di arrivare tramite l’allestimento ridondante di set duplici e complementari, alla quasi celebrazione del concetto di solipsismo (demonizzato anch’esso), parafrasando i celebri versi di Silvya Plath. Ognuno è quello che vede, quello che sente, anche nel suo sdoppiarsi. Ho tentato di celebrare il concetto di altro (spesso demonizzato) che emerge da queste possibili esperienze di sdoppiamento, il suo essere più umano di quanto si creda. Un percorso in cui ho scelto di farmi ritrarre come soggetto delle foto, e che indica una ricerca ed una presa di posizione verso le possibili manifestazioni del concetto di doppio nelle quali si può incappare. Questo percorso è una presa di coscienza che sfocia nel solipsismo come via possibile e creatrice, una presa di coscienza verso un individualismo consapevole e inevitabile.

PH VALERIA PIERINI

“Conosciamo per immagini e pensiamo storie. Le storie sono nostre perché le immaginiamo, le raccontiamo e ci rapportano alla vita.” E’ questo concetto che muove il mio lavoro. Uso la macchina fotografica come uno scrittore usa la penna, per raccontare qualcosa che va oltre le parole che scrivo. Uso la parola come metafora e le immagini come simboli e moniti di cose possibili. Le immagini per me sono una possibilità di vedere e raccontare. Il mio lavoro segue le linee guida del sogno e del ricordo, volgendo particolare attenzione al concetto di doppio e alle sue manifestazioni. Spesso uso l’osservazione partecipante e cerco di inquadrare le cose come se fossero frame a cavallo tra il sogno e la realtà dove non conta il momento in cui vengono collocate in uno specifico ambito di significato: prima da me che le creo e le metto dentro un racconto (e ciò avviene in fase di pensiero che sia prima o dopo lo scatto) ed in seconda istanza dal lettore.

www.valeriapierini.it

Versione PDF dell'ultimo numero sfogliabile e scaricabile