SUD. NAPOLI – SCAMPIA

Le “vele” di Scampia sono abitazioni costruite tra il 1962 e il 1975. Facevano parte di un progetto abitativo di larghe vedute. L’idea prevedeva grandi unità abitative dove centinaia di famiglie avrebbero dovuto integrarsi e creare una comunità modello. Varie cause hanno portato a quello che oggi viene definito un ghetto. In primis il terremoto del 1980, che portò molte famiglie rimaste senza tetto, ad occupare più o meno abusivamente gli alloggi delle vele: questo fece sì che varie culture si intrecciarono e come talvolta succede, a prevalere furono abusivismo e illegalità. La situazione ha allontanato sempre di più una parte della popolazione, lasciando campo libero alla delinquenza.

Autore ANDREA BRERA

Fotografo per hobby, vive e lavora a Milano.

Versione PDF dell'ultimo numero sfogliabile e scaricabile