SPRING!. 23 GENNAIO 1971

PH Romina Zanon
Erano muti, senza parole, l’uno accanto all’altra,
come le querce e i grandi pini che hanno radici nei monti,
e stanno, senza vento, vicini e immobili,
ma poi al primo soffio di vento si agitano
e sussurrano senza fine: così a quel modo
stavano per parlare a lungo, ispirati da Amore.
Argonautiche LIBRO III [967-972], Apollonio Rodio
La serie fotografica vuole evocare la silenziosa intimità di un toccante amore familiare: l’affetto che unisce i miei genitori dal 23 gennaio 1971. Il loro percorso di vita è raccontato attraverso la combinazione di raffigurazioni e metafore visive che compenetrano l’una nell’altra armonicamente, nel tentativo di restituire la sensazione di una perpetua rinascita del sentimento d’amore nella natura e nell’universo. Attraverso le immagini, le stagioni del tempo e della vita trapassano l’una nell’altra armonicamente.


AUTORE Romina Zanon
Artista visiva, da anni utilizza la fotografia, il video e il disegno per realizzare progetti artistici e di comunicazione. Le sue opere hanno ottenuto vari riconoscimenti e hanno preso parte a numerose mostre collettive e personali di respiro nazionale e internazionale: Mostra Internazionale di Arte Cinematografica di Venezia, OnArt Gallery di Firenze, Nucleika Gallery di Catania, Galleria d’arte moderna Fogolino di Trento, Centro Culturale Italiano di Cluj Napoca (RO), Villa Belvedere (Acireale), Dorfkirche di St.Moritz, Galerie90 di Rio Pusteria ecc. Dal 2018 è membro del progetto di ricerca dedicato alla fotografa e cineasta Marcella Pedone del Dipartimento di Beni Culturali dell’Università degli Studi di Padova. E’ inoltre attiva come saggista. 

Versione PDF dell'ultimo numero sfogliabile e scaricabile