SIRTUINE, LA FORMA PROBABILE DI UNA PROTEINA. UN’INSTALLAZIONE DI MICHELANGELO PENSO.

Introduzione all’opera di Michelangelo Penso “Sirtuine”.
Dal 19 Settembre al 9 Novembre 2013 presso Galleria The Flat – Massimo Carasi, Milano.
Recensione e fotografie a cura di Davide Tatti

Presso la Galleria The Flat di Massimo Carasi, Michelangelo Penso propone la sua più recente installazione: Sirtuine una struttura in bilico tra ricerca di forme calcolate scientificamente e il loro sviluppo immaginifico. Partendo dall’impiego di tensostrutture usate per la movimentazione industriale delle merci, e in questo caso dei cerchi metallici flessibili  rivestiti da fibre sintetiche di colore viola, Michelangelo Penso tenta di dare forma macroscopica alla  struttura di proteine dette Sirtuine: il risultato è un apparente groviglio caotico sospeso a mezz’aria, ma ordinato in una perfetta simmetria, rispettata in ognuno dei quatto lati e braccia con cui si estende l’intreccio. L’ordine simmetrico si percepisce distanziandosi dall’installazione, avvicinandosi invece si recepisce il caos. L’attenzione  verso le Sirtuine è dovuta  alle ricerche che dimostrano l’efficacia di tali proteine nel rallentare i processi di invecchiamento cellulare, non esistono però studi scientifici che si siano curati di rappresentarle formalmente. Michelangelo Penso per paradosso inventa una forma da attribuirle, seguendo la logica già paradossale insita nella ricerca di un allungamento all’infinito del ciclo di vita. Michelangelo Penso è nato nel 1964 a Venezia, dove vive e lavora. Espone in gallerie private e istituzioni pubbliche dal 1981. Il suo lavoro si riferisce al pensiero scientifico, alla biologia e alla matematica, studia i  fenomeni complessi come i frattali e i circuiti genetici, prova a dare loro una forma estetica anche con delle simulazioni digitali, alla fine però  ricava delle forme autonome, che non sono la diretta traduzione di una formula o la ricostruzione di un micro organismo, ma vi alludono attraverso atti conoscitivi. Tra le mostre più importanti di Michelangelo Penso si segnala Circuito genetico RSBP, tenutasi  presso il Museo Fortuny di Venezia tra marzo e maggio del 2011, con un catalogo pubblicato da Silvana Editoriale.

(nota) Le Sirtuine sono una classe di proteine che regolano le vie metaboliche, il nome deriva da un gene del lievito, il Sir2, responsabile della sua regolazione e dello sviluppo cellulare. Le Sirtuine sono implicate in fenomeni che influenzano l’invecchiamento, la resistenza allo stress. Nell’uomo, le funzioni fisiologiche delle sirtuine non sono ancora state completamente identificate, tuttavia rientrano nei processi di crescita, sviluppo e morte cellulare. In particolare, le Sirtuine inibiscono alcuni geni e processi coinvolti della cascata dell’apoptosi (autodistruzione delle cellule), attivano la riparazione molecolare del DNA e il reclutamento e la proliferazione di cellule staminali.

DavideTatti
Nato in Sardegna nel 1969, dal 1999 vivo a Milano dove mi sono occupato di grafica editoriale. Nel 2007 una svolta verso la fotografia di documentazione, in particolare: paesaggio urbano, architettura e arte contemporanea.

Versione PDF dell'ultimo numero sfogliabile e scaricabile