Rito

Introduzione alle immagini
di Paolo Contaldo

Questo numero comincia dalla fine.
La morte come arrivo e ripartenza, la morte è Messico, la morte è festa.
Potenti e gioiosamente inquiete le foto di Filippo.

Ritrovarsi, arrivare vicino, intimi con se stessi.
Provocante invito a riprendere la forma originaria, scuotere via le inutili contaminazioni.
Casa per immagini che diventa resistenza, verità.

Un’onda. Arriva così il progetto di Michela. Con la forza iniziale, il movimento esplosivo e la rinascita.
Metafora della vita, delle occasioni, della forza che torna a fluire.

Siamo giallo, rosso, rosa su fondo bianco. Siamo drago e pesce rosso. Folklore che invita a scoprire la distanza,tra culture prossime e forse troppo spesso tenute lontano. Siamo lo stupore di noi bambini. Siamo lo sguardo di Maruska.

“Ci sono tante finestre sulla mia pelle”… ritagli che invitano alla poesia.
Leggeri, in volo con Federica.

Elenco servizi