Prato> FRANCO BATTIATO

Sabrina Ingrassia.

18 luglio 2011 in quel di Prato, Franco Battiato si esibisce in una piazza Duomo esaurita in ogni ordine di posto. Come prevedibile, un bagno di folla saluta il Maestro. Sembra un compositore del seicento, il poeta della canzone italiana.
A incuriosire è subito il titolo del tour Up patriots to arms, Engagez-Vous!!!(“Alle armi, patrioti!” “Impegnatevi!”).
«La frase è molto attuale. E’ come dire “sveglia!”. Un titolo non politico, ma sociale».
Quello degli anni settanta sperimentava. Quello degli anni ottanta parlava della società che lo circondava. Quello dei novanta ha trovato se stesso grazie ai suoi percorsi che l’hanno portato dall’oriente all’africa, passando insistentemente per il medioriente. Nei novanta lui è completo: dal 1994 inizia la collaborazione con il filosofo Manlio Sgalambro e ora la musica non gli interessa più, esplora altro.
Gli uccelli sono raffigurati come simbolo del viaggio della Sapienza, della Conoscenza.
E Ti vengo a cercare racconta passo dopo passo il cammino di Franco Battiato verso la via interiore. E’ una canzone di grande attualità, perché rispecchia la difficoltà dell’uomo moderno di credere in qualsiasi ideologia.
Più riascolto il Battiato degli anni Ottanta, più rimango colpita dalla precisione stilistica di ogni dettaglio, dall’arrangiamento al testo alla base melodica. Non erano canzonette anzi, proprio perché la segreta e presagita ricerca testuale e musicale era coltissima, il risultato finale era spontaneo e gioiosamente fruibile per le masse. E invece i contenuti più segreti, quelli li potevano cogliere chi voleva, e chi un po’ sapeva.

By SABRINA INGRASSIA (sabrinaingrassia@libero.it)
Lavoro e vivo a Firenze. Fotografo  fin dall’infanzia. Coltivando l’interesse  per i viaggi,  la curiosità per la gente e la ricerca della perfezione nelle linee architettoniche  ho ottenuto, attraverso lo scatto, la fusione fra me stessa e le migliaia di immagini che fanno da ponte con la realtà quotidiana.
La mia ricerca personale  è incentrata sulla  street photography, la fotografia architettonica  senza tralasciare il tema socio-ambientale ed antropologico.
Membro del Deaphoto Staff, collaboro come assistente alle attività didattiche, documentarie, espositive e di ricerca dell’Associazione. Seguo gli studenti che frequentano i corsi base, la street  e i corsi  di fotografia notturna.

Versione PDF dell'ultimo numero sfogliabile e scaricabile