LEWIS CARROLL, FOTONOTE CONTRASTO

Recensione di “Lewis Carroll”, volume con introduzione di Colin Ford
a cura di Michelangelo Chiaramida.

Il volume “Lewis Carroll” appartiene alla collana Fotonote di Contrasto dedicata ai grandi personaggi della fotografia. Le immagini presenti nel libro sono precedute da un testo introduttivo di Colin Ford in cui si analizza la figura di Charles Lutwidge Dodgson, in arte Lewis Carroll, nato nel Cheshire il 27 gennaio del 1832.  Carroll è stato scrittore, matematico e fotografo e nel 1856 ha iniziato ad interessarsi alla fotografia. Egli riteneva la materia fotografica un’arte ed il fotografo un artista tanto che spesso le sue foto erano firmate “Dall’Artista”.  Appena laureato ad Oxford, Carroll si reca a Londra per comprare la sua prima fotocamera e inizia subito a eseguire ritratti di amici e familiari in luoghi aperti oppure in uno studio improvvisato. Con il tempo si appassiona alla fotografia di giovani bambine facendone libere creature dei boschi, portatrici della grazia dell’età dell’innocenza, di una freschezza dello sguardo che tutto contiene e tutto annuncia.  La sua è una fantasia “infantile”, capace di osservare con candore la realtà, una fantasia pungente, perché quello stesso perfetto candore era in grado di mettere a nudo le assurdità e le incoerenze della vita adulta.  Tra le bambine fotografate la più famosa è Alice Liddell, dieci anni, che posa imbronciata e travestita da piccola mendicante. Sarà famoso il suo nome e sarà famosa questa immagine, da alcuni considerata la più bella fotografia di bambina della storia. Nel 1865 Carroll pubblica il celeberrimo “Alice nel paese delle meraviglie”.

Editore: Contrasto, 2009 collana fotonote
Contenuti:  144 pagine – 59 fotografie in bianco e nero, testi di Colin Ford
Prezzo: 12,50 euro.

Michelangelo Chiaramida
Laureato in giurisprudenza, vive e lavora a Firenze. Ha frequentato i Corsi Deaphoto di Fotografia Base, Progettazione Fotografica, i Workshops di Fotografia Notturna del Territorio Urbano, Street Photography, Fotoritocco Digitale / Photoshop, Ritratto in Studio. Dal 2006 collabora alle attività didattiche, documentarie, espositive e di ricerca dell’Associazione Culturale Deaphoto. E’ membro del Deaphoto Staff (laboratorio di documentazione e analisi fotografica del Territorio) e coordinatore dei progetti espositivi (Deaphoto Expo). La sua ricerca personale è incentrata soprattutto sul ritratto, sull’analisi delle nuove configurazioni degli scenari urbani, e su una ricerca oggettuale di chiara ispirazione pop.

Versione PDF dell'ultimo numero sfogliabile e scaricabile