ISOLA. ALICUDI

PH Pier Francesco Gnot
Alicudi è come una parte della tua città, come il quartiere in cui abiti, là dove riconosci le storie e le cose che ti circondano, sei dentro il paesaggio che diventa uno spazio mentale ed esperienziale. Le relazioni umane non sono mai scontate e sono basate su meccanismi non consueti poiché lì si mescola l’antico villaggio tribale con l’attuale comunità allargata e aperta. Sono due tempi storici e mentali diversi e spesso in contrasto fra loro che convivono e agiscono in un piccolo luogo. Alicudi è uno spaesamento, un andare a scoprire idee e sensazioni dimenticate o mai sperimentate. Questo lavoro fotografico mette in posa i loro volti, il corpo e gli occhi di un posto esclusivo che non si trova poi così lontano. Ringrazio tutti gli Arcudari che si sono fatti ritrarre definendo l’immagine dell’isola in questi anni.
Fotografie del 2008

001


AUTORE Pier Francesco Gnot
Firenze 1965
Ha studiato fotografia presso la Fondazione Studio Marangoni di Firenze. Dal 1995 al 1999 ha insegnato tecnica di camera oscura e critica e sviluppo stilistico presso la stessa scuola. Allo studio marangoni ha insegnato fotografia anche a studenti stranieri di S.A.C.I, Sarah Lorence e N.Y.U. Ha inoltre collaborato, come insegnate di fotografia, con il Centro di Formazione Professionale della Provincia di Firenze e con la Galleria Dryphoto di Prato. Nel Luglio 2002 gli è stato assegnato il premio “ miglior portfolio del giorno ” della Galerie D’ Essay durante i Rencontres Internationales de la Photographie d’Arles. Nel 2003 ha avuto una personale allo “Spazio foto” del Credito Artigiano di Firenze. Nel dicembre 2004 inaugura lo Spazio di Arte Contemporanea “Quarter“ a Firenze con il lavoro ”Passages” (a cura di Sergio Risaliti e Maria Antonia Rinaldi). Nel 2006 lavora per una commissione della società autostrade Torino-Savona dal titolo “Inventare gli spostamenti“. Nel 2009 esegue un lavoro per Slow Food chiamato Slow Stills. Dal 2010 collabora con il curatore Pietro Gaglianò al progetto The Wall (Archives) sviluppando delle performance radiofoniche dal titolo Irradiazioni. Nel 2013 inaugura la galleria Xenos con una mostra dal titolo: Aesthetic instinct. L’ultima performance, ”Incatenamenti”, la esegue a Villa romana per la giornata del contemporaneo il 15 ottobre 2016.

Versione PDF dell'ultimo numero sfogliabile e scaricabile