HOMO

Introduzione alle immagini
a cura di Sabrina Ingrassia e Alberto Ianiro

Uomo e donna sono due aspetti dello stesso homo humanus. Il tema di questo mese, HOMO, è stato indagato da dieci fotografi. Una rete di opposizione e similitudine guida la visione di queste immagini.

Nel campo dell”ambiguità, con un gioco di trucco e vestizioni, si colloca il lavoro a quattro mani di Francesco Lucherini e Marta Biagini. La trasgressione assume invece forme di tenerezza che scardinano i tabù negli scatti di Francesca Ronconi, quando anche gli uomini giocano a bambole.
Alessandro Crucitelli, evocando una ricerca statunitense sull’omofobia dibatte sull’educazione sessuale ed i luoghi dove essa è assente. Ale Di Gangi invece esplora la realtà dell’esibizione e della solitudine con un reportage in un locale fiorentino dove si è divertiti, single o coppia prima che omo o eterosessuali.
La virilità celebre trova spazio nell’eplorazione del mito dei fumetti con i supereroi ritratti da Alberto Ianiro. Televisivi invece gli dei che Sandro Bini colloca in una sorta di purgatorio mediatico. Sara Severini fa un’analisi introspettiva della contrapposizione di forze e debolezze degli uomini in una sorta di intervista fotografica.
Sul tema della presenza-assenza evidenziamo i lavori di Ludovica Zarrilli e di Chiara Ricciatti: segni domestici dell’uomo che esce di casa, o anche l’inventiva femminile che impara a dare un senso a ciò che non si presenta quando promesso.
Ultimo ma non ultimo, Gaetano Ievolella ed il suo calendario al contrario, in cui le belle donne non sono spogliate quanto attese ed immaginate.

Leggi anche l’Editoriale
Torna alla Home