H2O

H2O

Introduzione alle immagini di Francesca Ronconi

Le relazioni che l’uomo ha con l’acqua danno significato alla nostra vita con immaginari, pratiche, aneddoti e scenari. Ci sono fiumi attorno ai quali sono nati villaggi e grandi civiltà, mari da esplorare, rubinetti che riforniscono le nostre case: gli sguardi fotografici di questo numero hanno indagato alcuni di questi aspetti. Le trasformazioni dei territori abitati trovano nell’acqua, in aumento o in scomparsa, un importante indicatore. Nel lavoro di Stefano Di Prima essa è in parte scomparsa dalla Valle dell’Inferno, in Mugello, in seguito agli interventi legati alle infrastrutture per l’alta velocità. Anche in Louisiana l’estensione del mare sta variando, e le fotografie di Francesca Ronconi raccontano come e perché interi terreni stiano per essere inghiottiti dall’oceano. Gli scatti di Sandro Bini, realizzati dieci anni fa tra Varlungo e Pontassieve, aprono la riflessione al cambiamento dei paesaggi sulle rive dell’Arno.

Un altro fiume diventa invece cornice per i ritratti di Luca Hosseini, che raccontano le emozioni dell’individuo in relazione con l’acqua dolce. Un’operazione simile è operata da Michelangelo Chiaramida, appostato vicino alle docce poste ai margini di una spiaggia. Inoltre Alberto Ianiro ci porta proprio di fronte al mare, mentre osserva il bagnasciuga come un tappeto per passeggiate mattutine.

Una denuncia verso le pratiche non sostenibili trova spazio negli scatti di Sabrina Ingrassia, che inventa un uso irragionevoli della risorsa acqua per mostrare la follia di un uso non consapevole. Conclude questo numero il servizio di Davide Tatti, che porta l’attenzione sul valore simbolico degli elementi quotidiani, anche quando decontestualizzati.