E-STASI. AQUARIA, THE BLUE GLASS LANDSCAPE

by Pio De Rose.

Considerando le mie origini, la mia immaginazione è sempre stata in qualche modo influenzata dalla costante presenza del mare e dalle numerose visite all’Acquario di Genova, la mia città natale. È forse per questo motivo che ho sempre pensato – dandolo forse anche piuttosto ingenuamente per scontato – che tutti gli acquari del mondo, ciascuno con le proprie bizzarre ambientazioni, sarebbero stati dei luoghi a me familiari. Ma quando iniziai a fotografarli, ricercandone i tratti comuni, una nuova intuizione iniziò a dominare la sensazione che avevo nei loro confronti. Improvvisamente, non li percepivo più come acquari distinti e scissi l’uno dall’altro. Piuttosto, assistevo al loro divenire come porte d’ingresso per una sorta di “mondo nel mondo”, un universo parallelo ora accessibile attraverso queste sue differenti aperture: Aquaria, The Blue Glass Landscape. In questa dimensione straordinaria e sognante, i nostri sensi si adattano all’assenza di coordinate spazio-temporali chiaramente definite e rintracciabili, lasciandoci come unica interazione esperibile l’osservare mentre veniamo a nostra volta assorbiti da quelle stesse ambientazioni blu e surreali che accolgono la nostra presenza di visitatori. Allo stesso modo, una simile alterazione della nostra percezione genera in noi memorie isolate e trasparenti, prive e perfino in contrasto con il caos e gli armamentari che caratterizzano gli acquari in quanto attrazioni turistiche, come nel tentativo di trattenere solo l’essenza contemplativa ed emozionale della visita, la quale ultimamente è sempre trasformata in visioni frammentate di un vero e proprio sogno a occhi aperti.

AUTORE Pio De Rose

Pio De Rose nasce a Genova nel 1987. Laureato nell’indirizzo di Arti Visive e Discipline dello Spettacolo, cattedra di Fotografia, presso la Libera Accademia di Belle Arti di Firenze, ha realizzato il reportage fotografico “Saints and Miracles” realizzato nell’Ottobre 2010 in Kenya e che lo ha visto impegnato in particolare nello slum di Kibera, nella periferia di Nairobi e presso il campo profughi di Dadaab al confine con la Somalia. Nel Settembre 2011 è ammesso all’Università di Westminster, Londra, dove ha da poco concluso il Master in Fotogiornalismo con il progetto Aquaria, The Blue Glass Landscape, realizzato tra il 2011 e il 2012 in diverse località del mondo, quali Plymouth (UK), Valencia (Spagna), Dubai (UAE) e Atlanta (GA, USA).

Versione PDF dell'ultimo numero sfogliabile e scaricabile