DISPARI. PT. =====

PH Jessica Raimondi
pt. ===== parla di me come figlia. Quando sono nata, non sono stata riconosciuta legalmente da mio padre e, sul mio certificato di nascita, a fianco della parola “paternità”, compare uno spazio vuoto seguito dalla sigla pt. =====, dalla quale prende il nome il progetto. Questa situazione mi ha fatto sempre sentire inadeguata, difettosa, come se qualcosa in me concretamente non funzionasse. Attraverso le immagini ho cercato di ri-osservare la mia storia familiare ed emotiva e di raccontare ciò che ha significato per me, questo non riconoscimento, questa negazione della mia identità.

001

AUTORE Jessica Raimondi
Jessica nasce sull’Appennino Tosco Emiliano ventisette anni fa. Vive da circa due anni vicino a Bologna e in questo periodo lavora come operatrice legale presso un’associazione che ospita donne migranti e vittime di violenza. Da sempre vicina alla fotografia come mezzo d’espressione artistico, intimo e personale, ha terminato gli studi presso lo Spazio Labò nel 2016. Ha successivamente continuato a formarsi avvicinandosi al mondo del libro fotografico e riuscendo a produrre il suo primo menabò. Ha esposto in varie mostre collettive e personali proponendo una fotografia di stampo molto concettuale e simbolico e, di recente, si è avvicinata al mondo della fotografia documentaria frequentando il Master tenuto da Davide Monteleone.

Versione PDF dell'ultimo numero sfogliabile e scaricabile