CONFINE. TRAME ED EVASIONI

PH Roberto Baglioni
“E andando nel sole che abbaglia
sentire con triste meraviglia
com’è tutta la vita e il suo travaglio
in questo seguitare una muraglia
che ha in cima cocci aguzzi di bottiglia.”

Eugenio Montale
Una riflessione sulla dialettica tra le nostre aspirazioni e le barriere reali o psicologiche su cui esse s’infrangono. Quello che voglio è lì, lo vedo, è a portata di sguardo ma non è detto che sia raggiungibile.  L’ostacolo è il confine del mio raggio di azione. Posso decidere di rimanere al di qua oppure posso provare ad attraversarlo e non è detto che ci riesca.  I confini ci sfidano, ci respingono e ci attraggono.  Ogni confine implica il desiderio di attraversarlo, anche solo per l’esigenza di violare un limite, di andare oltre.  Ma quello che mi aspetta dall’altra parte è veramente quello che credo oppure è solo un miraggio? L’unico modo per saperlo è attraversare la linea, saltare un muro o smagliare una rete.

AUTORE Roberto Baglioni
Scatto foto da circa dieci anni.  Ho cominciato con Deaphoto e In seguito ho collaborato con l’associazione Photoalchimie.  Ho esposto diverse volte in mostre collettive e personali e nel 2014 un mio progetto fotografico su Israele è stato selezionato per il circuito off di Foto Confronti di Bibbiena.

Versione PDF dell'ultimo numero sfogliabile e scaricabile