CONFINE. SLEEP OF NO DREAMING

PH Fabio Moscatelli
La strada, lo schianto e un rumore assordante prima del nulla. Quel nulla dalla durata indefinita in cui le vittime d’incidenti stradali, sono rimaste in uno stato vegetativo. C’è un senso di galleggiamento: gli occhi che vagano alla ricerca del nulla, i sensi persi, le percezioni scomparse in un istante, il corpo che diventa la prigione dell’anima. Si può ancora volere, desiderare, semplicemente pensare in questo limbo?
In questo sonno senza sogni, quel che rimane…
Siamo a Roma, al confine tra il quartiere Don Bosco e Torre Maura, è qui che sorge Casa Iride.  Da qualche anno accoglie ragazzi e ragazze in stato vegetativo, causato da traumi neurologici in seguito ad incidenti stradali.  Qui il confine tra la vita e la non vita diventa molto sottile, come i fili che sono una presenza costante qui a Casa Iride.

AUTORE Fabio Moscatelli
Nato e vive a Roma. Inizia a fotografare a venticinque anni come assistente di studio e cerimonia, per poi avvicinarsi alla fotografia di reportage sociale ed etnologico.  Nel 2012 la Scuola Romana di Fotografia gli assegna, dopo aver presentato il progetto “Fronte del Porto“, una borsa di studio per un Master di Reportage. Nel 2013 è finalista del Leica Awarde vincitore del Concorso National Geographic nella categoria Ritratti. Nel 2014 partecipa alla realizzazione della campagna fotografica “Chiedilo a Loro” per la CEI. Sempre nel 2014 è vincitore del Moscow International Foto Awards’14 nella categoria Book : Documentry. Nel 2015 pubblica il suo primo libro Gioele Quaderno del tempo libero, che è presentato in anteprima al Photlux Festival. Il progetto The Right Place è tra i vincitori del concorso Oltre le Mura ed esposto al Macro di Roma. Nel 2016 è tra i vincitori della Slideluck Napoli con il progetto ‘Gioele Quaderno del tempo libero’. E’ contributor diEcho Agency.

Versione PDF dell'ultimo numero sfogliabile e scaricabile