CONFINE. I MUST HAVE BEEN BLIND

PH Simone D’Angelo
Dietro ogni paesaggio c’è sempre un altro paesaggio, che si percepisce con la vaghezza e l’indefinitezza dei fatti immaginativi. 
Giacomo Leopardi
Sono nato nella Valle del Sacco, una vasta area a sud di Roma che dalla fine della Seconda Guerra Mondiale ha conosciuto un rapido sviluppo industriale che ne ha compromessa la sua naturale vocazione agricola. L’intreccio tra affari e politica ha permesso l’omissione dei controlli sulle fabbriche inquinanti e la penetrazione nel territorio delle organizzazioni criminali dedite ai reati contro l’ambiente. Oggi la Valle del Sacco è inserita nei SIN, i siti di bonifica nazionale, e mostra tutte le ferite della crisi industriale italiana. Quando ho deciso di raccontare un luogo così familiare, ancora non sapevo che di lì a breve mi sarei perso. Iniziando a percorrere le strade che portavano i miei genitori nei vicini stabilimenti industriali, ho scoperto un ambiente in cui il conflitto tra uomo e natura appare incastrato in un moto perpetuo di reciproche sovra scrizioni. Il paesaggio, sempre più indefinito, diventa una terra di nessuno dalla quale la presenza umana è esclusa, fragile come le tracce che lasciano al di fuori dei propri confini. Il senso di alienazione è tale da non riconoscere più il luogo in cui si è vissuto, ma se perdersi è inevitabile, lo sguardo può aprirsi a una nuova immaginazione, a un ritorno a una condizione di predisposizione e alla sorpresa per ripensare se stessi e lo spazio che si abita.

AUTORE Simone D’Angelo
Simone D’Angelo nasce ad Anagni nel 1978. Dopo il Liceo Artistico si trasferisce a Roma, dove studia all’Istituto Europeo di Design. Inizia a fotografare da autodidatta nel 2008, dopo un viaggio in Indonesia. Nel 2014 frequenta un Master in fotografia documentaria della Luz Academy in collaborazione con 001 di Roma. Qui sviluppa l’idea di I Must Have Been Blind, premiato nel 2015 come miglior progetto nel Leica Talent ed esposto nello stesso anno nel circuito mostre di Fotoleggendo

Versione PDF dell'ultimo numero sfogliabile e scaricabile