CIVILE. NUOVO SENSO CIVICO

PH Alessandro Caporale

Una manifestazione con tantissima gente, civile e pacifica contro l’insediamento delle trivelle petrolifiche in adriatico davanti alle coste abruzzesi con dibattiti e momenti musicali.
La stessa partecipazione è stata un momento civile contro il malaffare e la salute pubblica da salvaguardare ad ogni costo. Non è detto che una manifestazione debba terminarsi sempre con disordini, ci sono tante persone che manifestano civilmente con i propri famigliari ed anche con bambini e ragazzi facendo valere le proprie ragioni in maniera ferma, senza farsi sottomettere.
Questa manifestazione con una massiccia partecipazione di popolo è stata uno dei momenti più alti di civiltà da parte dei cittadini, al contrario di chi civile non lo vuole essere deturpando e giocando con la salute di grandi e piccini.

AUTORE Alessandro Caporale

Sono nato nel 1964 a Lanciano in provincia di Chieti, fotografo dall’età di ventidue anni. Nel passato fotografavo e stampavo da me negativi in bianco e nero e, da circa quindici anni ho abbandonato la camera oscura per varie vicissitudini.

Ora fotografo di tutto per poi selezionare e dividere per sezioni distinte, m’interessa la fotografia perché tale. Non le esaspero con i ritocchi. L’immagine si forma sempre prima nella mia mente e poi segue lo scatto che la materializza agli occhi delle persone. Fotografo principalmente paesaggi comuni, luoghi quotidiani e alle volte anche banali, però non mi limito a un genere specifico e cerco di indagare vari generi che mi si prospettano per allargare e definire il mio mondo e renderlo fruibile all’osservatore cercando di comunicargli qualcosa.

 

Versione PDF dell'ultimo numero sfogliabile e scaricabile