AMA-APPARENT MILLION AGE. A BOLOGNA UNA MOSTRA DI ANTONELLA DI GIROLAMO.

Introduzione alla mostra “AMA-Apparent Million Age-
Quante vite per guadagnare un milione di euro?”
di Antonella Di Girolamo
dal 16 al 30 gennaio 2016
Libreria IBS Piazza dei Martiri 5, Bologna

Recensione a cura di Sara Severini

 

“Sentiamo continuamente parlare di milioni di euro: megastipendi, vincite, evasioni…corruzione, tanto che la cifra è diventata quasi familiare e, perché no, anche potenzialmente raggiungibile. Ci sentiamo tutti partecipi di questa giostra milionaria che in realtà non ci vede giocatori ma semplici spettatori, incapaci di misurare realmente una tale cifra. Ho iniziato a quantificare un milione di euro, non con beni extralusso così lontani dalla quotidianità dei più, ma con qualcosa che tutti noi conosciamo molto bene: il nostro lavoro e il nostro tempo.” Così Antonella Di Girolamo introduce il suo lavoro, che, lungi dal voler essere un’indagine scientifica, rappresenta piuttosto un invito a orientarsi verso una giusta percezione del denaro. Ogni volto di una persona comune ritratta è affiancato da numeri: la quantificazione in anni e in vite (circa 35 anni di lavoro) del tempo necessario a guadagnare un milione di euro, supponendo di lasciare invariate le condizioni lavorative di ognuno. Le immagini ci permettono immediatamente di entrare in questo gioco di calcoli e di riflettere su lavoro, denaro, tempo, rimanendo costantemente ancorati a una visione umanistica. Trentuno le persone ritratte, ognuna con un nome, un mestiere, rappresentano un campione sociale del quale è facile sentirsi subito parte, viene infatti spontaneo immedesimarsi, ricercare la persona con un salario simile al nostro e così partecipare virtualmente al gioco! La mostra, che evidenzia in modo essenziale aspetti della realtà socio-economica della fascia media degli italiani si sposta nello spazio del territorio nazionale, è a Bologna fino al 30 Gennaio 2016 dopo una serie di tappe che l’hanno vista a Roma, Firenze, Pescara e Bergamo.
Per partecipare al gioco e diventare protagonista, cerca su Facebook AMA-Apparent Million Age Group.

Sara Severini
Amo la fotografia come mezzo di espressione, di ricerca, di analisi dell’uomo e della realtà, come intrattenitrice e portatrice di piacere e di idee. Mi interessa perciò il ritratto ma anche la fotografia istantanea, il reportage del quotidiano così come la fiction. Collaboro alle attività di Deaphoto presso cui ho frequentato corsi e workshop.

Versione PDF dell'ultimo numero sfogliabile e scaricabile