COMFORT. COMFORT ZONE

Su Wikipedia si legge che la zona di comfort è uno stato comportamentale all’interno della quale una persona opera in una condizione di tranquillità, utilizzando un set limitato di comportamenti per garantire un livello costante di prestazioni.  Una zona di comfort è un tipo di condizionamento mentale che consente ad una persona di creare e gestire i confini mentali, creando un infondato senso di sicurezza. E’ questo il caso dei bambini e delle loro camerette, del loro isolamento da ciò che li circonda. Vi si trovano immersi solamente nei loro balocchi, ma anche in quelli dei più grandi, che solo apparentemente non gli appartengono. E le responsabilità dei grandi che li isolano e li tengono in uno stato di sospensione, di calma apparente. La comfort zone, che gli adulti ritengono sia uno stato materiale di benessere, di fatto nei piccoli è uno stato mentale: chissà se di benessere…

Autore ALBERTO IANIRO

Esperto di informatica e dati vivo e lavoro a Firenze, dove mi sono trasferito nel 1993. Mi avvicino alla fotografia ed è folgorazione per quella scatola meravigliosa. Mi appassiono al reportage e al paesaggio urbano; mi affascina la profondità con cui si riesce a raccontare la personale visione del mondo. Partecipo a diverse attività espositive, dal 2009 seguo anche gli allevi Deaphoto nei corsi base e di progettazione.

Versione PDF dell'ultimo numero sfogliabile e scaricabile