THE BOSNIAN IDENTITY. IL RACCONTO FOTOGRAFICO DI MATTEO BASTIANELLI

Recensione del libro “The Bosnian Identity” di Matteo Bastianelli
a cura di Diego Cicionesi

Il bellissimo libro di Matteo Bastianelli, giovane fotografo Free-lance e videomaker, è un diario che ci racconta con immagini nette, dure, essenziali, il presente della Bosnia, attraverso i segni e la memoria di chi la guerra l’ha vista e subita. “Al calderone del dimenticatoio costituito dal fugace immaginario collettivo nutrito dai media, ho deciso di contrapporre quindi l’importanza delle piccole storie ed il mio modo di vedere la cultura bosniaca (…)” Questo dice l’autore nella sua Introduzione. Aggiungo che le sue sono storie di ricordi, memorie e visioni. Di un dolore che non sarà mai sopito ed eliminato, ma con il quale (forse) si è imparato a convivere. La storia della Bosnia è una sconfitta per tutti e soprattutto per chi, ancora oggi, non vuole chiamarla con il suo vero nome: genocidio. Le immagini di Matteo Bastianelli sono poesia pura, sono un manifesto di chi sa schierarsi, senza retorica o pressappochismo, dalla parte degli ultimi e dalla parte di chi ancora si trova ai margini della storia, dimenticato dai media e dall’informazione omologata. In questo libro si racconta la vita, si evocano spettri e grida lancinanti, si esorcizzano i segni dei ritrovamenti del presente. SI parla dell’eroismo di chi prova a ricostruire nella solitudine più assoluta. Le immagini di questo libro, oggi diventato anche un film, risvegliano le nostre coscienze e sollecitano l’empatia verso una popolazione che non sa e non può dimenticare, ma che cerca di ritrovare i frammenti di una vita normale che qualcuno gli ha sottratto per sempre. A seguire i link ai video di presentazione rispettivamente del film e del libro.
http://www.youtube.com/watch?v=9u6vbVQCy4E http://vimeo.com/53952681

Diego Cicionesi
Innamorato da sempre della fotografia, ho ripreso dopo una lunga inattività con un nuovo e totale approccio al mondo digitale. Sono membro della DIERRE FOTOGRAFI, società con la quale mi occupo professionalmente di eventi, cerimonie e reportage. Collaboro con l’Associazione Deaphoto per i corsi di Ritratto in studio e Street Photography e partecipo assieme ai membri dello staff agli eventi organizzati sul territorio. Individualmente studio i paesaggi urbani con predilezione per la foto di strada, in una scelta compositiva geometrica e tendenzialmente minimalista. Sono attratto dalle reciproche relazioni tra fotografia e psicologia e studio l’interazione tra soggettività e spazi urbani. Vivo con curiosità ed un po’ di caos tutte le cose della mia vita, integrando il medium visivo con letture di ogni genere e musica, prediligendo il jazz. L’essenza del mio vivere si concretizza nei viaggi, di qualsiasi durata e distanza.

Versione PDF dell'ultimo numero sfogliabile e scaricabile