Blade Diary

A cura di Diego Cicionesi

Blade Diary è un progetto iniziato nel 2011 da Pietro Firrinceli, fotografo e blader da diversi anni.
Racconta con un taglio diaristico narrativo la sua esperienza all’interno dei Gruppi che vivono in giro per il mondo un’attività di tipo sportivo (e grande business), trasformatasi in una diffusa cultura del mondo giovanile underground.
Pietro conosce perfettamente questo mondo di cui fa parte da anni e lo racconta esaltando non soltanto il gesto e l’azione, ma anche le profonde relazioni umane che si creano diffusamente tra i blader.

“Nel 2011 avevo 26 anni. Avevo un buon lavoro. Facevo fotografie commerciali guadagnando bene. Avevo un bell’appartamento e una fidanzata bellissima.
La mia vita era ben impostata e sembrava eccellente sia a me sia a quelli che mi stavano attorno. Soffrivo però di attacchi di panico. Ero soddisfatto man non felice”.

Questo l’incipit di Blade Diary in cui l’autore vuole raccontarci quanto accaduto, prima attraverso un testo e successivamente con le immagini e le loro didascalie, tenendo ben separate le tre fasi della narrazione.La scelta fu di lasciare tutto o quasi e di partire alla ricerca di qualcosa che la vita quotidiana non riusciva a offrirli. Tutto questo legando tra loro il viaggiare, i rapporti interpersonali e il mondo blader.

Il diario quotidiano nasce come volontà di dare spazio a un mondo in cui era assente o quasi un progetto visuale e comunicativo, se non quanto legato alla dimensione sportiva e competitiva. Questa esperienza, tuttora viva nella vita dell’autore è diventata un libro e diverse mostre che attraverso l’Italia e l’Europa hanno dato grande visibilità alla tematica e al movimento.

Di questo si è occupato “Parole di Luce” trasmissione radiofonica realizzata da Novaradio e Deaphoto, a cura di Sandro Bini e Martin Rance, andata in onda martedì 1 novembre ma disponibile on-line in Podcast sul sito della radio stessa.

Interessante il racconto diretto del fotografo sulla sua scelta di vita e le ripercussioni che questa ha avuto sulla sua espressione professionale e artistica.

Versione PDF dell'ultimo numero sfogliabile e scaricabile